Open/Close Menu
Giardinaggio, letture, eventi e fai da te

Kit indispensabile per potare le rose

Le prime volte che potavo le rose, presa dalla foga, non usavo i guanti e le mie  cesoie non erano né pulite né affilate. Capitava anche che andassi in giardino a fare una passeggiata e decidessi al momento di dare una tagliatina qua e là: è così che ho irremediabilmente rovinato un bel golf di lana grigia! Con il senno di poi vi direi meglio un pile o comunque un tessuto al quale  le rose non possano aggrapparsi con le loro spine. Dalla mia personale esperienza, ecco alcuni consigli riguardo l’attrezzatura e l’abbigliamento da avere per affrontare la potatura delle rose.
Cliccando su ogni immagine sarete reindirizzati al sito che distribuisce il prodotto.
In questo post non ho trattato gli argomenti “grembiuli e cappelli da giardino”. Saranno oggetto di prossimi post.

COSA METTERE NEL KIT PER LA POTATURA DELLE ROSE

GUANTI

 

I guanti sono fondamentali! Ne ho provati tanti senza essere completamente soddisfatta: non li sentivo mai comodi e, comunque, finivo sempre col pungermi. L’anno scorso, mia cognata Elena mi ha portato dall’Inghilterra un paio di guanti della Royal Horticultural Society. Li ho testati per la prima volta giovedì quando sono andata in campagna a potare due aiuole di rose tappezzanti (Tesorino). Mi si è aperto un mondo: fantastici! Comodissimi; come non averli! Le spine? Quali spine?

Guanti in pelle della Royal Horticultural Society

Questi sono i miei guanti! Per acquistarli cliccate sull’immagine.

guanti estivi

Con il caldo estivo meglio optare per un paio di guanti più leggeri come questi in pelle e lino.

CESOIE

Anna Sgarabottolo, al corso di potatura che ha tenuto nel giardino del carcere di Bollate ( vedi post  del 17 marzo 2015) ha detto ai partecipanti che per avere delle buone cesoie bisogna spendere minimo 40 euro. Ha precisato, inoltre, che le cesoie sono oggetti personali che vanno disinfettati dopo l’uso e affilati al bisogno. E’ consigliabile dotarsi di due tipi di cesoie: uno per potare i rami piccoli e un altro per tagliare i rami più duri e legnosi. Le mie cesoie sono  della Felco: è una ditta svizzera particolarmente affidabile. Se date un’occhiata al sito cliccando QUI, vi renderete conto che la loro offerta di cesoie è imbattibile: ce ne sono per tutti gli usi e necessità. Ovviamente, come per le forbici, esistono cesoie per mancini. Ultimo aspetto importante è che in commercio si trovano i ricambi delle lame  delle cesoie Felco.

FELCO 2.jpg_Interflow JPG_288_true_-90.0

Cesoia FELCO.

FELCO 200A-40.jpg_Interflow JPG_288_true_-90.0

Cesoia FELCO per rami grossi e legnosi.

TUBTRUGS

Finalmente li ho trovati anche in Italia! I Tubtrugs sono contenitori fatti con pneumatici riciclati; esistono in decine di colori; alcuni modelli hanno il coperchio ( utili per tenere pulita  la sabbia); hanno un costo contenuto; sono flessibili (si possono adoperare per innaffiare le piante);sono divertenti e allegri! Fatte le presentazioni vi spiego ora in che cosa possono essere d’aiuto per la potatura delle rose. Se, come me, quando potate vi isolate totalmente dal mondo esterno vi tornerà utile avere a portata di mano un contenitore ampio e maneggevole dove lanciare i rametti man mano che avanzate nella potatura. Meglio sarebbe avere più di un Tubtrug! Altrimenti potrebbe succedervi di lasciare per terra i rami tagliati con  il rischio di sedervici sopra: è proprio quello che mi è capitato la settimana scorsa mentre potavo le tappezzanti Tesorino! tubtrugstubtrug

INGINOCCHIATOIO

Quante volte mi sono inginocchiata sulla terra nuda o sul prato per fare lavori di giardinaggio! Non è mai una posizione comoda, soprattutto se dobbiamo mantenerla a lungo.
Per fortuna gli inglesi hanno risolto questo problema inventando i “kneelers” (cercate garden kneelers su internet). Non sono necessarie tante spiegazioni; piuttosto guardate queste immagini.

Inginocchiatoio da giardino.

Questo è il modello che uso io. E’ di una gomma morbidissima!

Inginocchiatoio da giardino Sophie Conran

Inginocchiatoio da giardino Sophie Conran

Inginocchiatoio a pois- tutorial sul blog di Laura Ashley.

Sul blog di Laura Ashley trovate un tutorial che spiega come realizzare quest’inginocchiatoio a pois. Cliccate sull’immagine per scoprirlo

kneeler1

 

Ginocchiere per giardinaggio Kneelo.

Ginocchiere per giardinaggio Kneelo.

Inginocchiatoio da giardino Kneelo. Esiste in diversi colori.

Inginocchiatoio da giardino Kneelo. Esiste in diversi colori.

LEGACCI

Le rose rampicanti e sarmentose hanno bisogno di un sostegno sul quale arrampicarsi:  un vecchio albero, una recinzione, un muro… I getti nuovi vanno legati  finché sono ancora teneri e duttili.
A questo scopo adoperate rametti di salice oppure fili di plastica, preferibilmente marroni o neri poiché si mimetizzano meglio con la pianta. Se volete seguire un suggerimento di  Anna Sgarabottolo, evitate i fili verde fluo così diffusi nei garden: sono un pugno nell’occhio!

salice

Legatura con il salice. Cliccate sull’immagine per scoprire come raccogliere e preparare i rametti di salice.

 

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Copyright © Il Giardino di Famiglia - Blog di giardinaggio a cura di Rosanna Nicoletti