Open/Close Menu
Giardinaggio, letture, eventi e fai da te

Come realizzare una composizione primaverile semplice ma d’effetto

comp7comp6

comp2

Ogni volta che mia madre viene a trovarmi da Bruxelles mi aggiorna sulle novità  in tema di composizioni floreali.
E, regolarmente, dopo aver accompagnato i bambini a scuola, allestiamo il nostro laboratorio in cucina.
Iniziamo a fare un po’ di brainstorming floreale: corteccia di betulla, rami di cornus sibirica, contenitore del 20, muschio d’Islanda e così via.
Poi finalmente veniamo al dunque: decidiamo di realizzare una composizione semplice,di buona durata e che abbia un piacevole impatto visivo. Ecco come farla!

STEP 1

Stendete sul tavolo da cucina una vecchia tovaglia di plastica o dei fogli di giornale. Procuratevi un sottovaso rotondo verde della misura che desiderate, degli stecchini di legno lunghi, delle forbici, delle bacchette di fil di ferro verdi o delle apposite graffe  ad U ed un po’ di muschio fresco (i fiorai lo vendono in cassetta).

STEP 2

Comprate un vasetto con 7 bulbi di narcisi e 4 vasetti con 5 bulbi di muscarì. Ovviamente potete scegliere di realizzare una composizione più grande o più piccola: dipenderà dall’uso che ne dovrete fare. Il principio da seguire è comunque lo stesso:  al centro i fiori più alti e intorno quelli più bassi.
Per prima cosa mettete tutti i vasetti in una bacinella e copriteli di acqua. Dopo circa 10 minuti, prendete i narcisi e tenendo il vasetto a testa in giù sul piano di lavoro estraete i bulbi senza danneggiare le radici. Quindi sistematelo al centro del sottovaso verde. Procedete allo stesso modo con i vasetti di muscarì avendo l’accortezza di allargare un po’ le radici affinché abbraccino i bulbi centrali di narcisi. In due parole: il tutto deve assumere una forma circolare.

e2247e3a-91b7-46dd-8678-5eb02e54bef3

STEP 3

Per tenere insieme i bulbi inserite orizzontalmente nella terra uno stecchino di legno come a formare una croce, senza infilzare i bulbi.
Tagliate via  lo stecchino che fuoriesce.

Degli stecchini di legno vengono infilati nella terra per reggere la composizione.

STEP 4

Disponete la composizione su un’alzata di vetro ( di questi tempi si fanno ottimi affari al Coin).
Prendete il muschio fresco e dopo aver eliminato l’eccesso di terra, tagliatene delle strisce con le forbici e cominciate a coprire lateralmente la composizione. Il muschio va fissato con dei ganci metallici che infilerete nella terra. Sono facilissimi da fare: è sufficiente tagliare con una pinza dei pezzi di fil di ferro rigido (circa 5 cm) e piegarli in modo da formare una U.

Image

 STEP 5

Completate la composizione passandoci intorno due giri di fili di lana cotta panna che terminerete con un nodo semplice.

8a8476a7-caba-4023-8edb-d9319372cc7b

Ricordatevi di fare manutenzione!

Questa composizione può durare anche un mese! Innaffiatela delicatamente (meglio farlo nel lavandino) quando sentite che la terra è asciutta; ricordatevi di mantenere umido il muschio  altrimenti potrebbe ingiallire.
In casa mia sono fioriti prima i narcisi che ho tagliato una volta appassiti.. Poco dopo si sono aperti i muscarì che sono tutt’ora in fiore.

Buon lavoro! E se avete domande, scrivetemi.

01afd251ebc4d719b310c727c9bcb355d0394939fe

Campane di vetro: 8 consigli per l’uso!

Benvenuti nel mio blog!

Finalmente mi siedo a scrivere sul computer questo secondo post.
La stagione avanza e devo assolutamente restare al passo! Per fortuna, dal tavolino sul quale è appoggiata, la composizione primaverile che ho realizzato mi ricorda che il tempo scorre: i bulbi di narcisi hanno avuto il tempo di fiorire e sfiorire. Sono rimasti  i muscarì di una delicata tonalità di blu. Facendo un po’ di programmazione, spero di riuscire a scrivere il post  Come realizzare una composizione primaverile, semplice ma d’effetto entro venerdì mattina, prima di andare a fare la camminare settimanale con le amiche di “Camminando di corsa”.


Riprendo l’argomento delle campane di vetro, trattato nell’ultimo post, perché vorrei aggiungere alcuni consigli tratti da un vecchio numero di The English Garden in cui la redattrice Tamsin Westhorpe mette a confronto diverse tipi di cloches, illustrandone vantaggi e particolarità .

Riassumendo:

  1. sistemate le cloches in giardino alcuni giorni prima di seminare: il terreno risulterà più soffice e morbido grazie all’umidità interna.
  2. alla prima comparsa di condensa all’interno della cloche, aprite la ventola di aerazione oppure sollevate leggermente la campana da terra.
  3. sistemate le cloches in una zona soleggiata del giardino, tenendo presente che quelle di vetro si riscaldano maggiormente rispetto a quelle di plastica.
  4. ricordatevi di innaffiare!
  5. fissate saldamente a terra le cloches di plastica con appositi ganci.
  6. le cloches sono un’ottima soluzione per evitare che una forte pioggia sciupi la splendida fioritura di piante quali gli ellebori.
  7. evitano che insetti dannosi infastidiscano le piante, come ad esempio la fastidiosa mosca della carota. Che tengano lontane anche le voracissime lumache? Provate e fatemi sapere!
  8. infine, potete adoperare le cloches come elemento decorativo sia nel giardino che in casa come lo dimostrano le numerose fotografie presenti nelle riviste di giardinaggio e di arredamento.

Pianta protetta da una cloche

 Vi piacciono le immagini vintage?

Consultate il blog The Graphics Fairy dal quale proviene quest’immagine di cloche.
Cercate nel menu principale in alto a destra”categories – search by category – garden graphics”.

Rimarrete stupite dalla ricchezza di immagini!

Per conoscere i migliori rivenditori di campane di vetro (cloches) consultate il mio post del 14 gennaio 2015.

Proteggiamo le piante fragili con le campane di vetro!

I In questi ultimi giorni le temperature si sono abbassate. E’ ora di proteggere le nostre piante più delicate e quelle appena seminate.
Perciò, per prima cosa fatevi una bella passeggiata in giardino! E se non ne avete uno, osservate le piante che vivono sul vostro balcone.
Vi accorgerete subito se  patiscono il freddo! Tendono ad assomigliare all’insalata messa  in frigorifero senza sacchetto: foglie afflosciate e  mollicce. Cosa fare?

La soluzione mi è stata suggerita dal  libro   Il signor giardiniere (Frédéric Richaud,1999) in cui monsieur de La Quintinie, giardiniere degli orti e frutteti di Versailles nel XII secolo, adopera delle campane da orto per proteggere dal gelo le sue sementi e i primi germogli invernali. Ho dato un’occhiata a due manuali di giardinaggio scritti da monsieur de La Quntinie: sono estremamente dettagliati e ricchi di consigli pratici! Alcuni testi originali sono stati digitalizzati da Google e potete consultarli cliccando su titoli: Traité des Jardins e Le Parfait Jardinier.

Ho sempre avuto un debole per le campane di vetro: forse perché hanno un fascino retrò che evoca un’epoca in cui ci si prendeva il tempo necessario per  fare le cose. Fortunatamente questi oggetti non sono stati dimenticati dai giardinieri di oggi. Infatti i migliori siti di giardinaggio ne propongono diversi modelli a prezzi variabili. Se volete fare una vostra ricerca, evitando di capitare su siti che trattano di cambi per auto (cloche del cambio) o di cappelli (a cloche), vi consiglio di cercare le parole garden cloche, cloche jardin o campane giardino.

Dove trovare le campane più belle?

Cliccate sull’immagine e vi troverete direttamente sul sito che propone la campana che vi interessa.

Cloche di plastica in stile vittoriano.

Cloche di plastica in stile vittoriano, pratica ma d’effetto. Harrod Horticultura.l

Campana di vetro in stile vittoriano protegge alcune lattughe nell'orto.

Campana in stile vittoriano proposta dal sito inglese Crocus.

Campana di rame brunito della RHS posizionata tra le piante di lavanda in fiore su sfondo di rose.

Sullo splendido sito della Royal Horticultural Society trovate questa campana in alluminio brunito.

Campane di vetro usate per coprire piante grasse in casa.

I Giardini di via San Maurilio suggeriscono di usare le campane di vetro per abbellire gli interni delle nostre case.

Page 7 of 7 1 5 6 7
Copyright © Il Giardino di Famiglia - Blog di giardinaggio a cura di Rosanna Nicoletti